»BIOGRAPHY    
 

Messinese di nascita, Mario Galeani è considerato uno dei più importanti ed attivi pianisti italiani e deve la sua formazione musicale al celebre pianista Aldo Ciccolini. E’ l’unico pianista italiano ad aver realizzato l’incisione dell’integrale dei concerti di Beethoven con la celebre Royal Philharmonic Orchestra di Londra. Sin da giovanissimo si dedica al concertismo, tenendo tourneé che lo portano ad esibirsi come solista in tutta Europa, Nord e Centro America, Medio ed Estremo Oriente e Nord Africa, per alcuni dei più famosi centri musicali mondiali come la Tonhalle di Zurigo, Cadogan Hall di Londra, Gasteig di Monaco, Mitropoulos Hall di Atene, Teatro Bellini di Catania, Winspear concert hall di Edmonton, Arsenal di Metz, Teatro dell’Opera del Cairo, Sala Verdi del Conservatorio di Milano e Torino, Mozart Kuppel theatre di Erfurt, Teatro Politeama di Palermo, Teatro Antico di Taormina e per i prestigiosi Festival di Alghero, Baden Baden, Catania, Dubrovnik, Emilia Romagna, Erfurt, Estoril, Gressoney, Huy, Ljubljana, Nafplio, Salonicco, Santander,Taormina e Vienna. Collabora con artisti prestigiosi come Yuri Bashmet, Peter Lukas Graf, Vincenzo Mariozzi, Vadim Brodsky, Franco Maggio Ormezowsky, Christian Funke, Saulius Sondeckis, Anton Nanut, Grzegorz Nowak, Enrique Batiz, Christopher Warren Green, Boguslaw Dawidow, Marzio Conti, Alberto Veronesi, Michael Sanderling,Augusto Vismara, Kyong Soo Won, Laurent Wagner,Vladimir Valek, Robert Hart Baker, Walter Gugerbauer, Amoury du Closel, Giuseppe Lanzetta e con orchestre come la Royal Philarmonic Orchestra, I Solisti del Gewandhaus di Lipsia, London Chamber Orchestra, Orchestra del Teatro Bellini di Catania, Sud West Rundfunk Orchester di Kaiserslautern, Solisti di Mosca, Virtuosi di Praga, Poznan Philarmonic Orchestra, Cappella Istropolitana di Bratislava, Athens Camerata, Symphonie Orchester Zurich, Philarmonie de Lorraine, Edmonton Symphony Orchestra, Orquesta Sinfonica del Estado de Mexico, Robert Schumann Philarmonie, Erfurt Philarmonisches Orchester, Kremerata Baltica, Cairo State Symphony Orchestra, Dvorak Symphony Orchestra Prague, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica d’Italia, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra da Camera fiorentina, Sinfonietta della Radiotelevisione bulgara, Orchestra della Radiotelevisione rumena, Vermont Philarmonic, Asheville Symphony Orchestra. Nel luglio del 1997 è invitato in Giappone dalla “Franz Liszt Society”, per una tourneé di concerti ad Osaka, Ashiya e Nagoya, che vengono accolti con grande successo di pubblico e critica. Nell’Agosto 2004, Mario Galeani si esibisce per la prima volta nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina, eseguendo il concerto di Schumann op.54 con la Royal Philarmonic Orchestra. Con la stessa orchestra nel Novembre 2004 debutta in Inghilterra. Nell’Ottobre 2004 viene invitato in Messico, rappresentando l’Italia insieme ad artisti quali Uto Ughi, Claudio Scimone ed i Solisti Veneti ed il quartetto Amati, per una tournee organizzata dal 32° Festival Internazionale Cervantino, con grande successo di pubblico e critica. Nell’Agosto 2005 viene invitato al 54° Festival Internazionale di Santander, esibendosi con i Solisti di Mosca sotto la direzione di Yuri Bashmet. Nel Dicembre 2005 viene pubblicata la sua prima incisione per la Phoenix Classics, che contiene le Quattro Ballate, l’op 22 e l’op 61 di Chopin, riscuotendo ampi consensi da parte della critica specializzata in “Amadeus”, “Specchio”, “Suono”, ANSA solo per citarne alcuni. Nell’Aprile 2008 viene pubblicato dalla RPO Records di Londra il cd in cui esegue il 4° e 5° concerto di Beethoven con la Royal Philarmonic Orchestra diretta da Grzegorz Nowak e viene inoltre presentato al pubblico inglese in un concerto tenuto alla Cadogan Hall di Londra. Recentemente il cd viene recensito da “Classical net review”, come una delle migliori incisioni in assoluto degli ultimi due concerti beethoveniani e considerato dello stesso livello dell’interpretazione di Baremboim e Klemperer degli anni ‘70. Nel Dicembre 2010 è pubblicato il secondo cd per la RPO Records di Londra con i Concerti nn 1 e 2 di L.Van Beethoven eseguiti con la Royal Philarmonic Orchestra diretta da Grzegorz Nowak. Anche questo secondo cd viene ottimamente recensito da riviste specialistiche come SKY CLASSICA Magazine e “Suono”. Nell’Aprile 2012, completa l’integrale dei concerti beethoveniani incidendo il Terzo Concerto insieme alla Sonata “Al chiaro di luna” che vengono pubblicati in un nuovo cd nell’Aprile 2013. Il cd sarà presentato al pubblico inglese in un concerto pubblico che si terrà alla Cadogan Hall di Londra nel Novembre 2013, oltre ad essere presentato in Italia in una conferenza stampa ufficiale. Nell’Agosto 2013 ritorna ad esibirsi sul palcoscenico del Teatro Antico di Taormina per “Taormina Arte”, questa volta in un recital solistico, accolto con grande successo di pubblico e critica. Numerose sue esecuzioni sono registrate da Radio e Televisioni Italiane e straniere tra cui la RAI Radiotelevisione italiana, RADIO CLASSICA, RTVE Spagna, FRANCE 3 TV, NBC Stati Uniti, CBC(Canada), SWR Germania, HRT Croazia, RTP Portogallo, EURORADIO, RTV Romania e Bulgaria, RTM Messico e ETV Egitto. Dal 1988 al 1994 , DIRETTORE ARTISTICO del Festival Internazionale “NAXOS MUSICA”, organizzato dall’Azienda Soggiorno e Turismo di Giardini Naxos. Nel 1998,1999,2002 e 2003 DIRETTORE ARTISTICO degli “Incontri Internazionali di Musica da Camera”, organizzato dall’Associazione “L’Estro Armonico” di Giardini Naxos col patrocinio del Comune di Taormina. Nel 2004 e 2006, CONSULENTE MUSICALE del Festival “Taormina Arte”.

Inglese 
Italiano 
Tedesco 
Spagnolo 

 

2004 (C) Copyright Mario Galeani. All rights reserved. - powered by netskin.net